LOWER EAST SIDE - New Museum of Contemporary Art New York visto da Prince Street

Foto America del Nord
BROADWAY. Ciak, si gira
BROADWAY. Un ragazzino salta il traffico con il suo skateboard
SOHO. Siamo all'incrocio con l'animata Prince St, la via dello shopping
MANHATTAN. Venditori di gioielli, opere d'arte e grandi magazzini nell'animata Prince Street a Soho
SOHO. Da non perdere a Soho sono il negozio dell'Adidas e il super trendy Atrium con il suo ottimo assortimento di jeans, entrambi nella Broadway
SOHO. Il Puck Building con la statua dorata di Puck, posta all'ingresso
MANHATTAN. La riproduzione di un murale di Keith Haring, situato su un grande pezzo di calcestruzzo all'angolo tra Bowery e Houston
SOHO. Una profumeria ricavata all'interno di loft
LOWER EAST SIDE. In Houston St verso The Bowery, alla ricerca del New Museum of Contemporary Art dei SANAA
LOWER EAST SIDE. New Museum of Contemporary Art New York visto da Prince Street

32

Powered by Amee
LOWER EAST SIDEFoto 320 di 1434
LOWER EAST SIDE - New Museum of Contemporary Art New York visto da Prince Street
Condividi questa foto su: Condividi su Google+ Condividi su Twitter
New Museum of Contemporary Art New York visto da Prince Street
La nuova struttura, incastrata nel tessuto commerciale dell'East Village, sorge in una zona periferica rispetto al centro della vita culturale patinata delle gallerie di Soho o di Chelsey, in una zona ancora non raggiunta dall'ondata della riqualificazione urbana ed edilizia che sta ridisegnando tutta la downtown di Manhattan, per una precisa scelta programmatica della direzione del Museo.

L'isolato scelto per il nuovo edificio è strettamente incastrato all'interno di una corona di piccoli edifici commerciali non particolarmente qualificati lungo la Bowery street, una delle direttrici di traffico più intenso del sud di Manhattan, ma praticamente in asse con Prince street che ne permette una visione prospettica centrale anche a molti isolati di distanza.

Progettato da Kazuyo Sejima, Ryue Nishizawa dei SANAA da Tokyo, l'edificio svetta asimmetrico con i suoi 50 metri sul basso vicinato, composto dalla sovrapposizione sfalsata delle sette grandi scatole corrispondenti ciascuna a uno dei setti piani dell'edificio. Tra le parti disassate del museo può introdursi la luce naturale, espediente questo che ha permesso di massimizzare le superfici espositive mantenendo le chiusure verticali quasi completamente opache. L'unico elemento di continuità strutturale e fisica tra le sette scatole è il blocco delle comunicazioni verticali.

Le tamponature verticali sono realizzate con un sistema sandwich leggero assemblato a secco che funziona anche da supporto per la lamiera in alluminio espanso anodizzato che riflette la luce naturale creando effetti cromatici diversi che variano al variare delle ore del giorno e delle condizioni del cielo.

APPUNTI DI VIAGGIO
 
 
ARCHITETTURA&VIAGGI è una realizzazione di Sonia Piazzini e Francesco Pinzani. Tutti i contenuti quali logo, impostazione grafica, testi e fotografie sono di proprietà esclusiva degli autori del sito. Pertanto ARCHITETTURA&VIAGGI ed i suoi contenuti NON sono utilizzabili liberamente per scopi commerciali in quanto protetti dalle leggi italiane e internazionali sul diritto di autore.