NARA - Kasuga Taisha - ingresso centrale. Scintoismo, la religione primitiva

Foto Giappone
NARA. Kasuga Taisha - ingresso centrale. Scintoismo, la religione primitiva
NARA. Santuario Kasuga Taisha - lanterne
NARA. Santuario Kasuga Taisha: Francesco medita?
NARA. Kasuga Taisha, Santuario scintoista
NARA. Kasuga Taisha - le lanterne in pietra dei percorsi di accesso al santuario
NARA. Kasuga Taisha - il torii che da accesso al santuario
NARA. Ryokan Seikan-so: colazione nella stanza da pranzo indossando lo yukata
NARA. Shin-yakushiji Temple (Tesoro Nazionale) - sala da tè
NARA. Shin-yakushiji Temple - l'interno della sala da tè
NARA. Una scolaresca nei pressi del Shin-yakushiji Temple

6

Powered by Amee
NARAFoto 51 di 668
NARA - Kasuga Taisha - ingresso centrale. Scintoismo, la religione primitiva
Condividi questa foto su: Condividi su Google+ Condividi su Twitter
Kasuga Taisha - ingresso centrale. Scintoismo, la religione primitiva
Lo shinto o scintoismo, il cui nome significa "la via degli dei" è la religione più antica di tutto il Giappone. Lo shinto deve essere distinto dal buddhismo che fu introdotto in Giappone soltanto più tardi, anche se molti giapponesi praticano con disinvoltura i riti di almeno due o tre confessioni. Lo scintoismo è un culto animista che ad ogni elemento o fenomeno naturale - sole, acqua, roccie, alberi e perfino suoni - accosta una divinità, kami a cui viene conferito il dominio su tutte le cose. Proprio dove si percepiva la presenza della divinità venivano eretti dei santuari - jinja - che poi diventavano dei luoghi sacri. Fondamentale per il culto shinto è la purezza e per questo prima di accedere ai santuari i fedeli devono compiere un rito di purificazione.

Lo scintoismo non ha un fondatore certo e non può essere considerato una religione vera e propria, ma piuttosto la somma dei miti sull'origine del Giappone e del suo popolo e dei rigidi rituali associati alla dinastia imperiale. Lo scintoismo fu religione di stato dal 1870 fino al 1940 circa e durante questo periodo la tradizione scintoista vedeva nell'imperatore stesso un kami, un essere divino, ma questa prerogativa fu definitivamente abolita nel 1945 dopo la sconfitta del Giappone nella seconda guerra mondiale (in occasione del discorso di Capodanno del 1946 l'imperatore, con la "dichiarazione di umanità", fu costretto a negare di discendere dalla dea del Sole Amaterasu, rinnegando ogni discendenza divina mentre con la nuova costituzione del 1947 l'imperatore fu ridimensionato a semplice simbolo dello stato e questo fu definitivamente separato dalla religione ufficiale shinto).
Certo è che questa religione ha influenzato l'ideale di semplicità e austerità estetica tipici della cultura giapponese.

APPUNTI DI VIAGGIO
NARA
KYOTO E DINTORNI
OSAKA
NAGOYA E DINTORNI
DISTRETTO DI HIDA
TOKYO

 
 
ARCHITETTURA&VIAGGI è una realizzazione di Sonia Piazzini e Francesco Pinzani. Tutti i contenuti quali logo, impostazione grafica, testi e fotografie sono di proprietà esclusiva degli autori del sito. Pertanto ARCHITETTURA&VIAGGI ed i suoi contenuti NON sono utilizzabili liberamente per scopi commerciali in quanto protetti dalle leggi italiane e internazionali sul diritto di autore.