LEH - LADAKH - HIMALAYA - Leh Palace: in primo piano il Soma Gompa e sulla sommità l'imponente Leh Palace

Foto India del Nord
IN VIAGGIO. Il Volo Alitalia che ci ha portato a Delhi
LEH - LADAKH - HIMALAYA. Leh Palace: in primo piano il Soma Gompa e sulla sommità l'imponente Leh Palace
LEH . La città vecchia - vista d'insieme salendo verso Leh Palace
LEH - LADAKH . Leh Palace
LEH - LADAKH - HIMALAYA. Leh Palace - particolare costruttivo
LEH - LADAKH . Leh Palace - particolare del portale di accesso in legno
LEH - LADAKH . E' realizzata interamente in legno la bellissima, semplice, povera, sala delle preghiere del Leh Palace
LEH - LADAKH . Dai tetti del Leh Palace vista sul Namgyal Tsemo Gompa e il forte in rovina
LEH - LADAKH . Leh Palace - la sala delle preghiere in legno
LEH - LADAKH . Da Leh Palace vista sulle caratterstiche costruzioni della città vecchia realizzate con materiali locali naturali

1

Powered by Amee
LEH - LADAKH - HIMALAYAFoto 2 di 539
LEH - LADAKH - HIMALAYA - Leh Palace: in primo piano il Soma Gompa e sulla sommità l'imponente Leh Palace
Condividi questa foto su: Condividi su Google+ Condividi su Twitter
Leh Palace: in primo piano il Soma Gompa e sulla sommità l'imponente Leh Palace
Siamo atterrati a Leh a circa le 6,30 del mattino. Ricordo ancora lo spettacolo dell'Himalaya visto dai finestrini dell'aereo e ancor più la fresca aria di alta quota che abbiamo respirato appena atterrati. Una scritta in prossimità della pista dichiara Leh come l'aeroporto più alto del mondo a quota circa 3.600 m; abbiamo poi scoperto che non è così, l'aeroporto più alto del mondo dovrebbe essere La Paz in Bolivia, o comunque un'altra capitale del Sudamerica. Le solite formalità, documenti, ritiro bagagli e poi con un taxi ci siamo spostati nel centro della città, intorno a Fort Road, per trovare un alloggio sufficientemente carino e pulito dove trascorrere il soggiorno in Ladakh. Abbiamo subito trovato la Bimla Guesthouse un'accogliente pensione a gestione familiare con camere dotate di grandi finestre vetrate, tipiche delle case della regione (sfruttando l'ottimo principio bioclimatico di catturare l'energia del sole per scaldare i locali interni), e un buon odore di incenso sui corridoi. Peccato che il prezzo era decisamente aumentato rispetto a quanto indicava la guida ma, come potete immaginare, sempre comunque non superiore ai 5 - 6 dollari a camera. La nostra camera dava sul retro dell'edificio e non aveva i caretteristici finestroni ma comunque era molto grande, dotata di bagno e soprattutto con bella vista sul Leh Palace.
Nella veranda della pensione al piano terra, mentre aspettavamo che sistemassero la nostra stanza abbiamo conosciuto una ragazza francese che poi abbiamo soprannominato "la guru" che ci ha descritto l'India delle città più famose (Agra, Jaipur, ecc.), che lei aveva già visitato, come qualcosa di terribile, assolutamente da perdere, mentre per lei Leh rappresentava il vero spirito indiano e l'unico posto in cui valeva la pena fermarsi. Nella stessa veranda poco dopo abbiamo conosciuto una simpatica coppia italiana Fabio e Giovanna, marito e moglie, di Bassano del Grappa, interessati a organizzare un bel trekking sull'Himalaya. Insomma la regione prometteva bene: dal trekking al relax e alla meditazione o alla visita dei gompa...c'era solo da scegliere.

APPUNTI DI VIAGGIO
LADAKH (Himalaya)
RAJASTHAN
UTTAR PRADESH
MADHYA PRADESH

 
 
ARCHITETTURA&VIAGGI è una realizzazione di Sonia Piazzini e Francesco Pinzani. Tutti i contenuti quali logo, impostazione grafica, testi e fotografie sono di proprietà esclusiva degli autori del sito. Pertanto ARCHITETTURA&VIAGGI ed i suoi contenuti NON sono utilizzabili liberamente per scopi commerciali in quanto protetti dalle leggi italiane e internazionali sul diritto di autore.