CARACAS - Carlos Raul Villanueva e il complesso della Universidad Central de Venezuela di Caracas

Foto Venezuela
CARACAS. Carlos Raul Villanueva e il complesso della Universidad Central de Venezuela di Caracas
UCV CARACAS. Lo spazio antistante l'ingresso alla Piazza Coperta e all'Aula Magna
CARACAS. Vista panoramica sulla città - da Plaza Venezuela alla Sabana Grande: sulla sinistra l'ampia zona verde del Jardin Botanico
UCV CARACAS. Nel cuore della città come un'isola - sullo sfondo Caracas da Plaza Venezuela a Sabana Grande, in primo piano la città universitaria fino allo Stadio Olimpico e alla Facoltà di Architettura (l'edificio blu a destra)
UNIVERSITA' CENTRALE DEL VENEZUELA. Aula Magna (vista dall'alto): Villanueva e Calder
CITTA' UNIVERSITARIA DI CARACAS. UCV - Patrimonio dell'Umanità
CARACAS. La città è cresciuta in forma verticale mentre sulle montagne e sulle colline circostanti si percepiscono estesi barrios
UCV CARACAS. Dalla terrazza all'ultimo piano sopra la Biblioteca Centrale vista sul campus ed in particolare sulla Facoltà di Scienze Umanistiche e dell'Educazione, Politiche e Giuridiche
CARACAS. Cosa vedere e fare nella capitale venezuelana
UCV CARACAS. Particolare della scala a chiocciola in cemento per l'accesso al sottotetto dell'Aula Magna

72

Powered by Amee
CARACASFoto 711 di 876
CARACAS - Carlos Raul Villanueva e il complesso della Universidad Central de Venezuela di Caracas
Condividi questa foto su: Condividi su Google+ Condividi su Twitter
Carlos Raul Villanueva e il complesso della Universidad Central de Venezuela di Caracas
Nel secondo dopoguerra a livello mondiale comincia un vasto movimento di revisione degli apporti ricevuti con dal movimento moderno ed in molti casi si ottengono risultati di valore internazionale, non legati ai modelli europei o statunitensi ma al contrario in grado di stimolare le esperienze in corso nel vecchio e nel nuovo mondo. L'architettura di Le Corbusier serve d'orientamento alle esperienze più vive e più avanzate in molti lontani paesi.

In Venezuela opera Carlos Raul Villanueva (1900 - 1975), che si diploma ai Beaux-Arts di Parigi nel 1928. Fa un'architettura eclettica fino al 1940, quando diventa consulente del Banco Obrero, l'agenzia statale per l'edilizia sovvenzionata. Dal 1940 dirige i principali interventi pubblici, che aumentano sotto la dittatura di Perez Jimenez (1952-58) e sceglie una propria ed originale linea di interpretazione del Movimento Moderno, adattando il repertorio internazionale alle esigenze del clima e dell'ambiente venezuelano.

Villanueva ritiene che alcuni elementi tradizionali dell'architettura venezuelana (il balcone, il portico ed il patio, la gelosia, gli elementi schermanti dal sole, ecc.), debbano essere reinterpretati e valorizzati nel tempo moderno. Realizza i grandi gruppi di alloggi in verticale a Caracas El Paraiso, 2 de Diciembre, 23 de Jenero, con cui Perez Jimenez tenta di sostituire i nascenti ranchos abusivi ma la sua opera più riuscita è la città universitaria di Caracas, progettata dal 1944 al 1946 e completata nel corso degli anni Cinquanta con importanti modifiche e nuovi edifici rispetto al progetto originario.

Nel complesso della Universidad Central de Venezuela di Caracas, che figura tra i siti dichiarati Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO, Villanueva realizza un insieme urbanistico ed architettonico unitario in tutti i dettagli grazie anche al contributo, da lui richiesto, di importanti artisti mondiali, Calder, Vasarely, Arp, Pevsner, Lèger. Il vasto campus infatti è pieno di sculture astratte e di murales.

Al suo interno c'è l'Aula Magna, uno splendido auditorium con 2.700 posti che vanta la migliore acustica di tutto il paese e che è particolarmente famoso perché appesi al soffitto ci sono i mobiles o platillos volantes (dischi volanti) dello scultore statunitense Alexander Calder.

Con i suoi 70.000 studenti, la UCV è la più grande università di Caracas. Il campus si può raggiungere da Sabana Grande o con la metropolitana (fermata Ciudad Universitaria).
La Città Universitaria di Caracas occupa un'area di 164,22 ettari, delimitata dall'Autopista Francisco Fajardo, dall'Autopista El Valle e dall'Av. Las Acacias. L'area confina con il Giardino Botanico e con la Sabana Grande e Plaza Venezuela.

Appunti di viaggio
Arcipelago Los Roques
Caracas
Guayana
Parco Nazionale Morrocoy   
Parco Nazionale Henri Pittier   
UCV Caracas   

 
 
ARCHITETTURA&VIAGGI è una realizzazione di Sonia Piazzini e Francesco Pinzani. Tutti i contenuti quali logo, impostazione grafica, testi e fotografie sono di proprietà esclusiva degli autori del sito. Pertanto ARCHITETTURA&VIAGGI ed i suoi contenuti NON sono utilizzabili liberamente per scopi commerciali in quanto protetti dalle leggi italiane e internazionali sul diritto di autore.